English Albanian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Danish Dutch Finnish French German Hindi Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Welsh Yiddish

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 985
JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 990

Cosa ti metti a Capodanno? Prova questa gonna di piume fai da te!

Manca davvero poco tempo al 31 dicembre e se sei come me ciò che ti terrorizza delle imminenti feste non sono i bagordi natalizi ma l'eterno dubbio interiore di ogni fashion victim che si rispetti: cosa mi metto per la festa di Capodanno?
Scommetto che la tua corsa ai negozi è già iniziata, ma se porprio non trovi niente che ti soddisfi e se non vuoi spendere molto questa idea che ho scovato su Pinterest potrebbe fare al caso tuo.

Leggi tutto...

Gli abiti giusti per la forma giusta: DONNA PERA

Ti piace la moda, vuoi vestirti meglio ma proprio non riesci a trovare gli abiti adatti a te?
Se hai risposto sì a questa domanda sappi che il tuo "problema" è molto comune. La buona notizia è che il punto di partenza per risolvere tutti i tuoi crucci è molto semplice: scoprire la forma del tuo corpo.
Quando pensi a che vestiti comprare non focalizzarti sul peso o sull'altezza ma sulla FORMA che è fatta di proporzioni come gli abiti che andrai a comprare. Iniziative come Made on me della catena di abbigliamento Motivi spingono proprio in questa direzione.

Il punto quindi diventa: qual è la mia forma? Come faccio ad individuare gli abiti che mi stanno meglio? Come faccio a valorizzarmi?
Semplice, ti aiutiamo noi.

Leggi tutto...

4 consigli per diventare sarta ed entrare del mondo della moda

Molte donne amano la sartoria, il taglio e cucito e la moda. Alcune di queste donne vorrebbero diventare una sarta oppure una stilista, per fare della loro passione una professione. Queste professioni e in generale il mondo della moda sono però avvolte in un alone di mistero che rendondo difficoltoso, soprattutto per le più giovani, trovare il giusto punto d'inizio per una carriera nella moda.

Leggi tutto...

Storia di un'idea: il KIT SARTORIALE e gli ABITI FAI DA TE

Nell'articolo Storia di una sarta abbiamo conosciuto meglio la storia di Maria Luisa, inventrice del sistema sartoriale di Atelier Italiano.

Maria Luisa iniziò a modificare le tradizionali stecche da sarta attorno al 1965, cercando un modo per facilitare il disegno dei cartamodelli. Nel 1967 brevettò le stecche sartoriali ora al centro di Atelier Italiano per usarle nei suoi corsi di taglio e cucito e per aiutare coloro che a casa volevano creare abiti fai da te.

Leggi tutto...

Le subculture nella moda: i Paninari

Faccio outing dicendo che sono della classe dell'86.

Gran bell'annata quella dell'86, tra Chernobil e il disastro del Challenger ammetto che mi viene quasi voglia di andare a nascondermi prima che qualcuno mi prenda a pomodorate.

La certezza che nemmeno nel'86 DiCaprio abbia vinto un Oscar mi avvilisce ancora di più...

(Si scherza, Leo! Siamo tutte tue fan!)

Ma c'era un'altra tragedia che si stava lentamente consumando in quell'anno; una tragedia silenziosa non riportata nei libri di storia e che ha fatto più vittime di quanto pensiate.

La lenta e inesorabile morte della moda paninara.

Pani-che?

Se te lo stai chiedendo allora appartieni alla mia classe, o sei ancora più giovane di me.

Leggi tutto...

Personalizzare gli abiti sul corpo femminile: Motivi lancia MADE ON ME

“Non è il tuo corpo che devi cambiare, sono i vestiti che devono adattarsi a te.”

Questo è il motto utilizzato dalla casa di moda Motivi per lanciare la collezione Made on me. L'idea di Motivi è che un abito non debba essere scelto solo in base alla taglia ma anche in base al taglio giusto per il corpo di ogni donna.

Leggi tutto...

La moda scomoda e lo stile che fa male: crinolina e corsetto

Se dico "vestiti" e "dolore" quali sono le immagini che ti si formano nella testa?

Pensi immediatamente ad un capo di abbigliamento ­o un accessorio­ di una taglia sbagliata o confezionato male che stringe e stressa?

Come, ad esempio, un paio di scarpe troppo strette o un paio di scarpe della tua taglia dopo quattro ore di discoteca no­stop? In questo caso si tratterebbe di un piede numero 35 che è diventato un 41 senza avvertire nessuno, meno che meno la scarpa!

In questo caso il dolore è così forte che fa quasi venire da vomitare. True story!

Oppure come resistere alla tortura di un reggiseno sportivo? Specie se ci si abbina la fascia del cardiofrequenzimetro? Ammetto di avere ricordi confusi ­e lividi meno confusi sul torace le prime volte che provavo questa mortale combo!

Un capo di abbigliamento che ci reca dolore fisico è la morte del fashion... Non si discute!

Leggi tutto...

Storia di una sarta: Maria Luisa Picech

Quando incontro la sarta Maria Luisa, la trovo nel laboratorio di taglio e cucito che ha ricavato nel sottotetto della sua casa. Boccoli rosso scuro le incorniciano il volto e un sorriso appena accennato appare sulle sue labbra mentre cuce l'orlo di una gonna. La radio suona musica italiana degli anni passati e pare di fare un salto indietro nel tempo. Abbasso il volume e Maria Luisa inizia a raccontare.
Racconta della sua infanzia trascorsa in provincia di Gorizia, della sua famiglia: papà meccanico e autista di corriere, mamma operaia in un cotonificio della zona.
Racconta soprattutto del momento in cui capì che fare la sarta era il suo mestiere.

Leggi tutto...

Sarto e stilista, la nascita di una professione

Con l'avvento dei fashion blog -e delle fashion blogger- il mondo della moda si è tutto rivoltato.

Se una volta erano principesse, star del cinema e della TV a dettare la moda adesso sono ragazze comuni con molta intraprendenza a dirci cosa è fashion e cosa è terribilmente out.

Ok, chiaro.

Ma chi da loro i "ferri del mestiere"?

Ovviamente chi fa il prodotto, lo idea e gli da forma.

Stilista, sarto, modista... Modista? Com'è che conosco questa parola???

Tante sono le parole che ci vengono in mente pensando a chi contribuisce a rendere famosa una fashion blogger ma se ci fermassimo un secondo a dare una definizione e a decidere "chi fa cosa" ci ritroveremmo un po' in imbarazzo.

E, poi, quando è nata la figura dello stilista? Croce e delizia dell'umanità?

Leggi tutto...

Nasce oggi Atelier Italiano il sito di taglio e cucito che ti insegna il made in italy

Oggi, 28 Ottobre 2014, nasce www.atelieritaliano1967.it
il sito web che ti insegna l’arte del taglio e cucito e ti permette di creare vestiti su misura fatti apposta per te.

Atelier italiano ruota attorno ad un Kit sartoriale brevettato nel 1967 e composto da stecche da sarta che in 6 semplici passi ti aiuta a creare vestiti su misura in modo autonomo, semplice e chiaro. Le stecche ti permetteranno infatti di creare facilmente un cartamodello e di trasformare tale cartamodello, seguendo i consigli e i tutorial di taglio e cucito che troverai sul nostro sito, in un vestito su misura.

Il kit Sartoriale di Atelier Italiano contiene tutto ciò che serve per realizzare i capi d’abbigliamento principali in modo autonomo. Il kit, ideato dalla sarta Maria Luisa è infatti ottimizzato per ottenere un apprendimento rapido e immediato delle basi della sartoria riducendo i tempi standard necessari invece nel caso di tradizionali corsi online. Atelier Italiano è un sito che raccoglie consigli di taglio e cucito, moda, stile e Made in Italy. In questo modo l’apprendimento dei rudimenti della sartoria sarà rapido e divertente.

 

Ps. Per scoprire quali sono i colori, i tessuti, i tagli, i colli... Più adatti alla tua figura scarica la guida gratuita "I 9 segreti per scegliere l'abito giusto".

 

Leggi tutto...

Atelier Italiano: una passione condivisa

“Guarda che nessuno è perfetto, potresti fare anche tu la modella, vedrai con il mio sistema il vestito ti starà benissimo”

Queste le parole che mi ha rivolto Maria Luisa qualche tempo fa durante una riunione. Stavamo decidendo che tipo di modella ci servisse per il video-tutorial che avrebbe accompagnato il percorso delle nostre future clienti. All’epoca ho sorriso imbarazzata, non ho né le curve voluttuose così retrò, stile anni ’50, né tanto meno le misure delle modelle sulle riviste patinate.Quindi, la sola idea di mettermi davanti a un video mi sembrava assurda e fuori luogo. Certo, non volevamo una modella taglia 38 ma nemmeno una 52!

Leggi tutto...

Il cappello da donna agli inizi del 900

Berretto, cloche, paglietta, cuffia. Chiamateli come volete ma si tratta sempre di copricapi! Torniamo all'inizio del '900 quando questo accessorio dettava legge in fatto di moda e come mezzo per valorizzare la figura femminile.

Il cappello...

Per alcuni uno status-symbol imprescindibile, per altri una tortura medioevale.

Ammettiamolo, è raro vedere qualcuno con la testa coperta oggigiorno, a meno di non trovarsi sulla spiaggia di Villasimius il 15 agosto con 42° all'ombra o al matrimonio di qualche rampollo britannico...

Leggi tutto...

Bentornato Dear John: il futuro è da Martin Margiela

Nel febbraio del 2011 il nome John Galliano era sulla bocca di tutti. Persino chi non lo aveva mai sentito pronunciare, in quel momento, lo faceva riecheggiare nelle conversazioni.

Lui, lo stilista amato e osannato, la mano d’oro di Dior beccato ubriaco a inneggiare ad Adolf Hitler.

Quanto seguì fu cronaca di una morte annunciata. Il licenziamento, la relegazione e l’oblio. Rari istanti di luce (ricordate il vestito da sposa di Kate Fu la fine delle più grandi sfilate che la fashion week abbia mai visto. Dior e Galliano erano l’accoppiata perfetta.

Da una parte la tradizionale maestria sartoriale dalle linee pulite, ripresa appieno dall’attuale direttore creativo Raf Simons, dall’altra estro creativo allo stato puro. Avevano poco in comune l’uno con l’atro ma assieme erano l’accoppiata perfetta.

Tutto finito. Ora pare che un varco si sia di nuovo aperto. La notizia era serpeggiata alla Paris Fashion Week ma alla fine il comunicato stampa è arrivato. La OTB, società gestita dalla famiglia Rosso (Diesel), ha annunciato il ritorno in passerella di John Galliano alla guida della Maison Martin Margiela.

Non si sa ancora quando avverrà il debutto ufficiale, ma c’è da scommettere che lo stilista di Gibilterra farà In attesa del suo ritorno sulle scene ecco una carrellata delle sue creazioni più spettacolari.

 

Ps. Per scoprire quali sono i colori, i tessuti, i tagli, i colli... Più adatti alla tua figura scarica la guida gratuita "I 9 segreti per scegliere l'abito giusto".

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Scarica GRATIS la guida con i 9 segreti per vestirsi meglio!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookies

Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file che vengono scaricati sul computer dell’utente quando questi accede a determinati siti web. I cookie, tra l’altro, permettono a un sito web di memorizzare e recuperare informazioni sulle abitudini di navigazione di un utente o del suo computer. A seconda dei dati in essi contenuti e del modo in cui il computer viene utilizzato, i cookie possono essere usati per riconoscere un utente.

Di quali cookie si serve questo sito web?

Cookie tecnici
I cookie di questo gruppo permettono all’utente di navigare tra le pagine di un sito web, su una piattaforma o un’applicazione e di utilizzare le diverse opzioni e servizi proposti. Consentono, ad esempio, di controllare il traffico e la comunicazione dei dati, identificare una sessione, accedere ad aree riservate, ricordare gli elementi che compongono un ordine, effettuare l’acquisto di un prodotto, presentare la richiesta di iscrizione o partecipazione a un evento, utilizzare strumenti di sicurezza durante la navigazione, memorizzare contenuti per la diffusione di materiale audio e video o, ancora, condividere contenuti attraverso le reti sociali.

Cookie di personalizzazione
I cookie di questo gruppo permettono all’utente di accedere al servizio con alcune caratteristiche generali predefinite in funzione di una serie di criteri individuati nel terminale dell’utente stesso, quali la lingua, il tipo di browser attraverso cui si accede al servizio, la configurazione regionale della zona da cui si accede al servizio, ecc...

Cookie analitici
I cookie di questo gruppo permettono al soggetto che ne è responsabile di monitorare e analizzare il comportamento degli utenti del sito web cui tali cookie sono vincolati. Le informazioni raccolte attraverso cookie di questo tipo vengono utilizzate per misurare l’attività del sito web, dell’applicazione o della piattaforma in questione e per elaborare un profilo, in termini di navigazione, degli utenti. Lo scopo è introdurre miglioramenti di vario genere sulla base dell’analisi dei dati riguardanti l’uso che gli utenti fanno del servizio.

Panoramica dei cookie utilizzati in questo sito web:

Fornitore Nome Scopo Per maggiori informazioni
Google Analytics _ga
_dc
Questi cookie raccolgono informazioni anonime sul comportamento di navigazione degli utenti del sito web. L’obiettivo è conoscere l’origine delle visite e altri dati statistici di questo tipo. Norme sulla privacy di Google
Componente aggiuntivo per la disattivazione di Google Analytics
Atelier Italiano PHPSESSID Questo cookie consente all’utente di visualizzare le pagine del sito e di interagire con esse. Condizioni generali di utilizzo e vendita di Atelier Italiano
NXTCK tc
lsa
uuuid
ccv2
nxtck_srv
Questi cookie consentono di mostrare messaggi pubblicitari relativi alla marca su altri siti web. Politica sulla privacy di NextPerformance
Atelier Italiano layer_cookies Questi cookie memorizzano unicamente le preferenze sui cookie indicate dall’utente. Condizioni generali di utilizzo e vendita di Atelier Italiano

 

Come disabilitare o eliminare i cookie?

È possibile autorizzare, bloccare o rimuovere i cookie installati sul proprio computer modificando la configurazione delle opzioni del proprio browser. Se si disattivano o eliminano i cookie, tuttavia, è possibile che non si riesca ad accedere a determinate aree del sito web o ad utilizzare alcuni dei servizi offerti.

Per maggiori informazioni sulla gestione dei cookie, vi invitiamo a consultare le istruzioni del vostro browser cliccando su uno dei link indicati di seguito:

  • Per maggiori informazioni su Internet Explorer, fare clic qui.
  • Per maggiori informazioni su Firefox, fare clic qui.
  • Per maggiori informazioni su Google Chrome, fare clic qui.
  • Per maggiori informazioni su Safari, fare clic qui.
  • Per maggiori informazioni su Opera, fare clic qui.